Vivere con la malattia cardiaca


Rispettiamo la tua privacy. Le malattie cardiache e il trattamento del cuore richiedono cambiamenti nelle abitudini di vita, come seguire un basso contenuto di grassi, basso - dieta di colesterolo, allenamento regolare cardiovascolare e assunzione di farmaci per il cuore.

Rispettiamo la tua privacy.

Le malattie cardiache e il trattamento del cuore richiedono cambiamenti nelle abitudini di vita, come seguire un basso contenuto di grassi, basso - dieta di colesterolo, allenamento regolare cardiovascolare e assunzione di farmaci per il cuore. Le circostanze di ogni paziente sono diverse, ma le esperienze di due persone con malattie cardiache mostrano che puoi vivere bene anche se stai vivendo una malattia cardiaca.

In Denial About Heart Disease

Marc Zeitschik, 63, è il proprietario di PraXess Associates in White Plains, NY, una società che pubblica materiale scolastico su microfilm e gestisce un servizio di digitalizzazione per biblioteche e archivi. Vive una vita estremamente attiva, volando in tutto il mondo per lavorare con i clienti. Avido tennista, Zeitschik era sicuro che il segnale di avvertimento che avvertiva - la pressione nella parte superiore del torace - fosse dovuto a polmonite o bronchite. Nonostante abbia l'ipertensione e il diabete, e lo scorso anno abbia guadagnato 15 chili - tutti fattori di rischio per problemi cardiovascolari - le malattie cardiache non erano nella sua lista di possibilità.

"Mi sentivo qualcosa nella parte superiore del torace da di volta in volta che poi andrebbe via. In palestra sulla macchina ellittica, ci sarebbe questa pressione per 10 minuti, ma accadrebbe anche quando si sta seduti o camminando con il nostro cane. Sapevo che stava succedendo qualcosa e alla fine andai dal dottore ", dice Zeitschik.

Quando una radiografia del torace era negativa, il suo medico suggerì uno stress test. "Ho pensato che fosse pazzesco, ma l'ho fatto e non sono riuscito a vedere nulla di specifico - qualche anormalità, ma niente di definitivo." Quando una visita a un cardiologo e un elettrocardiogramma (ECG) non hanno rivelato una causa per la pressione , lo specialista ha suggerito un angiogramma per ottenere un'immagine reale di ciò che stava accadendo. Zeitschik e il suo medico decisero che avrebbe fatto la procedura da un'équipe medica in grado di correggere qualsiasi problema in quel preciso istante.

"Nonostante tutte queste decisioni, non penso affatto al cuore. Sto ancora pensando che mi arrenderò al cancro in un dato momento. Ero stato un fumatore e mio padre aveva il cancro, e questo sembra essere il flagello della mia generazione ", dice Zeitschik. "Fino a quando non ero sul tavolo per l'angiogramma, guardando i monitor nella stanza, e vedevo le mie arterie, con il medico che indicava i blocchi, non credevo che nel mio cuore ci fosse qualcosa di sbagliato. Ho un'enorme capacità di diniego, dice mia moglie. "

I medici hanno trovato blocchi in due arterie che erano abbastanza significativi da richiedere gli stent; un terzo blocco era in un'arteria molto minore quindi non era una minaccia; e il blocco in una quarta arteria non era abbastanza grave da richiedere uno stent. Zeitschik era uscito dall'ospedale in 24 ore.

Nei sei mesi trascorsi dalla procedura, Zeitschik ha apportato importanti cambiamenti nello stile di vita: "Sono in palestra tutti i giorni della settimana da un'ora a un'ora e mezza - prima di questo Non sono andato affatto o sporadicamente, e non ho mai controllato me stesso. Ora passo 40 minuti a fare cardio, di solito sulla macchina ellittica con il mio iPod. Faccio allenamento con i pesi, alternando la parte superiore e la parte inferiore del corpo ogni giorno, si estende e funziona con la palla di esercizio. Nei fine settimana, è il tennis o la palestra. "

Zeitschik ha già perso 9 delle 15 sterline. "Ho un'app calorie sul mio iPhone, quindi sto misurando quello che mangio di più. Non ho rinunciato ai carboidrati, ma ho abbattuto considerevolmente e ridotto enormemente i cibi fritti: niente più patatine fritte, niente più ali in aeroporto tra i voli di lavoro. Sono molto più attento a cibi come sugo, maionese e dessert, e bevo meno vino. È semplice: mangia di meno, mangia quando hai fame e non mangiare quando non hai fame. "

Ci sono, comprensibilmente, frustrazioni e sfide. "L'idea che tu sia dipendente da una serie di farmaci da prescrizione e che se ti trovassi in una situazione e non avessi accesso a loro, ne soffriresti seriamente - è un po 'difficile da accettare. Una delle cose di cui parlo con il mio dottore è la possibilità di ridurre la quantità di farmaci per il cuore che assumo se davvero perdo peso e cambio il mio stile di vita ", afferma Zeitschik.

Senza preavviso: la scossa di una nonna

Rutherford, NJ, casalinga Dorothea Crockett è stata diagnosticata per la prima volta con ipertensione, la forma più diffusa di malattia cardiovascolare, quando aveva 26 anni ed era incinta del secondo dei suoi quattro figli, tutte figlie . Crockett, che è afro-americano, da allora ha assunto farmaci per l'ipertensione e ha condotto una vita altrimenti sana senza altre condizioni mediche fino a quattro anni fa, quando ha compiuto 80 anni.

"Non sapevo cosa fosse sbagliato con Me. Ho appena iniziato a vomitare - stavo vomitando per cinque giorni ", dice Crockett. Crockett non ha avvertito che qualcosa non andava nel suo cuore. Tutto ciò che sapeva era che non riusciva a trattenere nulla, nonostante i tentativi di sua figlia di preparare i suoi cibi che sarebbe stata in grado di tollerare, come il semplice pollo. Alla fine acconsentì a lasciare che sua figlia, che vive con lei, la portasse all'ospedale.

All'ospedale, Crockett scoprì che la sua pressione sanguigna stava salendo alle stelle e che i medici stavano facendo fatica a stabilizzarla. I test hanno rivelato che due delle sue arterie coronarie erano ostruite. La diagnosi della cardiopatia lasciò Crockett in stato di shock: "Mi ha spaventato. Dovevano darmi il Valium per calmarmi prima della procedura. "Crockett passò due giorni in ospedale prima di ricevere un trattamento cardiaco, stent per le arterie intasate.

A causa dell'eccellente dieta di Crockett, non aveva bisogno di fare qualsiasi stile di vita serio cambia dopo la sua procedura, e infatti il ​​suo medico le disse che il suo colesterolo era solo 170 durante l'episodio. "Ho sempre osservato la mia dieta. Non sono un mangiatore di carne. Mi piacciono le verdure e le insalate e io amo pesce ", dice Crockett. In termini di farmaci per il cuore, le fu somministrato Lipitor come misura preventiva oltre al suo farmaco per la pressione alta, che aveva tenuto sotto controllo la pressione per decenni.

Ironia della sorte, non era una malattia cardiaca che rallentava Crockett dopo il suo intervento chirurgico, ma altri aspetti dell'età avanzata, compresa l'artrite.

Tre settimane fa, Crockett iniziò la riabilitazione fisica come parte del suo piano di trattamento. "Vado tre volte a settimana per un'ora ogni volta. Cammino, allungo, sollevo pesi, sali sulla bici, muovo le gambe e le braccia, quindi uso solo le braccia. Sono persino sul tapis roulant - e sta facendo bene il mio corpo. Ora la vita è bella e mi sento bene ", dice la nonna di tre e bisnonna di quattro, che ha appena compiuto 84 anni. Il suo saggio consiglio? "Se hai qualche avvertimento, non ignorarli e se stai assumendo farmaci, non deviare."

Torna alla pagina del mese del cuore americano. Ultimo aggiornamento: 1/11/2010

Lascia Il Tuo Commento