Katrina, Altre crisi Aumentano gli attacchi di cuore


Rispettiamo la tua privacy. GIOVEDÌ 7 MARZO 2013 (HealthDay News) - Nuovi studi suggeriscono che lo stress grave causato dalla devastazione dell'uragano Katrina e le ricadute della crisi finanziaria greca aumentano il rischio di infarto per le persone che vivono attraverso quelle crisi.

Rispettiamo la tua privacy.

GIOVEDÌ 7 MARZO 2013 (HealthDay News) - Nuovi studi suggeriscono che lo stress grave causato dalla devastazione dell'uragano Katrina e le ricadute della crisi finanziaria greca aumentano il rischio di infarto per le persone che vivono attraverso quelle crisi.

Un ospedale di New Orleans ha visto un triplo picco nei pazienti ricoverati per infarto dopo che Katrina ha colpito la regione della costa del Golfo nel 2005, secondo uno studio americano. I numeri più alti si attardano almeno nel 2011 e i ricercatori non pensano che possano essere spiegati da qualcosa di diverso dallo stress legato all'uragano in una città strappata dalla perdita di persone care, proprietà, animali domestici, lavori e altro.

"Ogni volta un grande disastro colpisce una città, tutti pensano alla ricostruzione, questo è tutto ciò a cui tutti pensano, ed è anche importante prestare attenzione alla salute della comunità ", ha detto l'autrice Anand Irimpen, professore associato di medicina presso l'Università di Tulane. Vascular Institute di New Orleans.

Mentre gli studi non dimostrano che lo stress ha causato il distacco del cuore delle persone, suggeriscono un collegamento, dicono gli esperti.

"Lo stress è un noto fattore di rischio sia per lo sviluppo che per la progressione di malattie cardiache ", ha detto Donald Edmondson, assistente professore di medicina comportamentale presso il Center for Behavioral Cardiovascular Health presso il Columbia University Medical Center di New York City.

" Eventi acuti stressanti hanno dimostrato di aumentare l'incidenza di attacco di rt nei giorni e nelle settimane successive, ma pochi studi hanno valutato l'impatto cardiovascolare a lungo termine di tali eventi ", ha detto Edmondson, che non è stato coinvolto negli studi.

Questi eventi catastrofici dannosi per il cuore non si limitano a disastri naturali. Uno studio sugli effetti sulla salute della crisi economica in Grecia segnala un aumento degli attacchi di cuore tra gennaio 2008 e dicembre 2011, rispetto ai quattro anni prima che il tumulto finanziario abbia scosso la nazione.

Gli attacchi di cuore erano il 21% al 39% più probabili dopo che la crisi è iniziata, e i ricercatori indicano che la disoccupazione diffusa è un fattore di stress importante. I più alti tassi di infarto sono stati osservati soprattutto per le donne, che hanno un tasso di disoccupazione maggiore degli uomini e di età superiore a 45 anni.

Questi studi sono previsti per la presentazione giovedì alla riunione annuale dell'American College of Cardiology, a San Francisco.

Lo studio di Katrina ha esaminato le ammissioni al Tulane University Hospital e ha scoperto che gli attacchi cardiaci rappresentavano il 2,4% dei pazienti nei sei anni e mezzo dopo l'uragano e meno dell'1% nei due anni precedenti.

Inoltre, il post - I pazienti con infarto miocardico avevano un cuore più malato ed erano più propensi ad avere altri problemi come depressione, dipendenza e disoccupazione.

"Potrebbe essere che l'intero ambiente è cambiato", ha detto Irimpen, l'autore principale dello studio. "Ci sono pazienti più malati con più malattie coronariche e più farmaci".

Potrebbe essere che New Orleans abbia semplicemente più poveri residenti ora che forse non si prendono cura di se stessi o hanno una buona assicurazione? Irimpen ha detto che la città in realtà ha una popolazione più ricca rispetto a prima. "Le persone che sono tornate sono quelle che potevano permettersi di ricostruire", ha detto.

Irimpen, che ha detto che l'aumento degli attacchi cardiaci è stato superiore ai ricercatori, incolpa lo stress come fattore scatenante.

Che cosa fanno risultati significa? Le conseguenze immediate dei disastri catturano l'attenzione, ha detto Edmondson, ma anche "introducono periodi di lotta molto più lunghi per il benessere economico e psicologico, che causano un pesante tributo al sistema cardiovascolare".

Attualmente, ha aggiunto, " Raramente contiamo questi risultati sulla salute a lungo termine nella nostra stima dei costi dei disastri, ma forse dovremmo. "

Un altro studio programmato per la presentazione dell'incontro ha rilevato che infarti e morti improvvisi sono aumentati in Giappone dopo lo tsunami del 2011 e terremoto. I ricercatori attribuiscono questo al bilancio psicologico del disastro, non alla devastazione ambientale risultante.

E in un altro esempio della risposta del cuore allo stress a lungo termine, i ricercatori di New Orleans hanno riferito al cuore dell'incontro che un cambiamento nei tempi degli attacchi cardiaci ha notato dopo che Katrina ha iniziato a tornare alla normalità.

Tassi di attacco cardiaco di solito raggiungeva il picco nelle mattine dei giorni feriali, il primo giorno della settimana lavorativa, ma per cinque anni dopo l'uragano accadevano più spesso nelle notti del fine settimana. Recentemente, tuttavia, gli attacchi cardiaci del lunedì hanno ripreso a salire, suggerendo che la città potrebbe vedere un ritorno ai tipici modelli di settimana lavorativa.

Gli autori di questi studi dicono che i risultati potrebbero influenzare le decisioni sul personale ospedaliero in seguito alla globalizzazione disastri. Tuttavia, i dati e le conclusioni presentati alle riunioni sono generalmente considerati preliminari fino alla pubblicazione in una rivista medica sottoposta a peer review. Aggiornato: 3/7/2013 Copyright @ 2017 HealthDay. Tutti i diritti riservati.

Lascia Il Tuo Commento