C'è un dottore sul piano? Gestire le emergenze mediche al volo


Rispettiamo la tua privacy. Le emergenze mediche possono accadere ovunque, anche a 30.000 piedi in aria.iStock.com (2) Qualsiasi emergenza medica è spaventosa. Ma se succede quando voli, può essere terrificante.

Rispettiamo la tua privacy. Le emergenze mediche possono accadere ovunque, anche a 30.000 piedi in aria.iStock.com (2)

Qualsiasi emergenza medica è spaventosa. Ma se succede quando voli, può essere terrificante.

Una ricerca pubblicata nel New England Journal of Medicine ha rilevato che le emergenze mediche durante il volo si verificano su 1 ogni 604 voli. Ci sono molte cose che devi considerare se un'emergenza medica si verifica a 39.000 piedi in aria: quali attrezzature mediche sono disponibili? Con quale rapidità puoi atterrare e arrivare in ospedale? C'è un medico a bordo che può aiutarti?

La verità è che volare con una grave condizione di salute, come le malattie cardiovascolari, che potrebbero portare ad un infarto o ictus, può essere più rischioso di quanto pensi, dice Philip Rubin, MD, un assistente professore di anestesiologia presso la Yale School of Medicine di New Haven, Connecticut.

Dr. Rubin sa in prima persona quanto possano essere precarie le emergenze mediche durante il volo. Nel 2014, mentre stava volando da Phoenix a Detroit su una compagnia aerea commerciale, un altro passeggero ha subito un arresto cardiaco; il cuore del passeggero si fermò e perse conoscenza.

Dopo che "c'è un dottore sull'aereo?" arrivò la richiesta sul sistema PA, si offrì volontario Rubin, l'unico medico a bordo. Trovò il passeggero - un signore anziano sovrappeso - disteso sul pavimento nella cambusa sul retro dell'aereo. "Il paziente non rispondeva e non aveva un polso", dice Rubin. E anche se gli assistenti di volo devono essere addestrati in CPR e supporto vitale di base ogni due anni, Rubin è stato sorpreso di scoprire che nessuno stava toccando il paziente.

Ha eseguito CPR con compressioni toraciche e inserito una flebo per somministrare i farmaci. Ma il kit medico di emergenza a bordo era scarso. Mancavano semplici strumenti medici - come un saturimetro, un dispositivo da 10 $ che misura la saturazione di ossigeno nel sangue - e l'attrezzatura per l'intubazione, che avrebbe permesso a qualcun altro di spingere aria nei polmoni del paziente mentre Rubin cercava altre misure di salvataggio.

Anche i sacchi di fluido e gli aghi per via endovenosa erano scarseggiati. Inoltre, le attrezzature mediche possono variare nel modo in cui funziona, cosa che ha lasciato a galla Rubin.

"Gli assistenti di volo non sapevano nemmeno come accendere l'ossigeno", dice.

Mentre Rubin eseguiva le compressioni toraciche, l'aereo fu deviato verso l'aeroporto più vicino, a Kansas City, nel Missouri. Quando è atterrato, l'aereo è atterrato al gate, una procedura standard che ha sprecato tempo prezioso.

"Non potevo crederci", dice Rubin. "Perché non potevamo semplicemente parcheggiare l'aereo in un'area sicura sull'asfalto e portare via il paziente?"

Quando finalmente arrivarono i paramedici, fu loro richiesto di valutare di nuovo il paziente invece di prendere il controllo del luogo in cui Rubin se n'era andato. off. "Sfortunatamente, il passeggero è morto", dice Rubin. In seguito apprese che il paziente aveva avuto un tipo di arresto cardiaco che di solito ha un esito scarso, anche in un ospedale.

CORRELATO: Qual è la differenza tra un attacco di cuore e un arresto cardiaco?

Un viaggio verso Migliora le risorse mediche in volo

Le compagnie aeree commerciali non sono ambulanze aeree. Tuttavia, dal momento che l'esperienza che cambia la vita, Rubin è stato in una missione per portare consapevolezza al fatto che le politiche e le procedure della compagnia aerea per le emergenze mediche in volo negli Stati Uniti sono inadeguate. Sebbene le linee guida possano variare in base alla compagnia aerea, in generale, "gli assistenti di volo non sono adeguatamente formati e istruiti sulle emergenze mediche", afferma. Inoltre, manca l'attrezzatura medica obbligatoria a bordo.

La Federal Aviation Administration (FAA) richiede che tutti i voli passeggeri con almeno un assistente di volo dispongano di un defibrillatore automatico esterno insieme a un pallone rianimatore con maschera valvolare e vie respiratorie per via orale; è anche richiesto un farmaco di base, come l'aspirina e la nitroglicerina. L'elenco degli equipaggiamenti obbligatori non è stato aggiornato dal 2004, ed è in ritardo rispetto a quanto richiesto sugli aerei commerciali nell'Unione europea.

Rubin vuole anche che i medici e il pubblico siano consapevoli dei rischi di volare con una condizione medica: ci può essere non essere un medico a bordo, ci sono risorse e procedure aeree inadeguate per gestire le emergenze mediche e volare

"La principale preoccupazione fisiologica è la saturazione di ossigeno", afferma Rubin. Quando sei a terra, la saturazione di ossigeno (l'ossigeno nel sangue) è compresa tra gli anni '90 e il 100%. Ma in una cabina pressurizzata, l'ossigeno nel sangue può scendere al 90%. "Va bene in un paziente sano", dice Rubin, "ma se si ha una condizione cardiaca, il livello di ossigeno nel sangue potrebbe essere già al basale negli anni '90. Quando sali in aria, il tuo livello di ossigeno può scendere ulteriormente, causando un insufficiente apporto di ossigeno e problemi respiratori o persino un infarto. "

Le buone notizie? Solo lo 0,3 per cento delle emergenze mediche durante il volo è dovuto a un arresto cardiaco con conseguente morte, afferma Rubin. Eppure, e se lo 0.3 percento sei tu?

Conosci i rischi del volo se hai problemi cardiaci

Il miglior consiglio è di prevenire un'emergenza medica durante il volo, se possibile. Per proteggersi, ecco cosa fare prima di volare.

  • Fai un viaggio dal dottore. Se hai una condizione medica seria, come una malattia cardiaca, non devi stare a casa. Comunque, vedi il tuo medico prima del volo. "Fatti valutare dal tuo internista, pneumologo o cardiologo per assicurarti di essere ottimizzato per i viaggi aerei", afferma Rubin. Se si ha una condizione cardiaca, potrebbe essere necessario un test da sforzo o ecocardiogramma. "Se stai fallendo quel test oi risultati sono discutibili o riguardanti, non dovresti viaggiare", dice Rubin.
  • Se sei autorizzato a viaggiare, prendi i farmaci come indicato. Con l'imballaggio, pianifica il tuo itinerario, e arrivare in tempo all'aeroporto, c'è molto da pensare prima di partire per un viaggio. Assicurati di prendere i farmaci come prescritto e portalo con te. Inoltre, bere molta acqua durante il volo, evitare l'alcol e alzarsi dal proprio posto ogni tre ore per ridurre il rischio di coaguli di sangue, il che può accadere ogni volta che si rimane seduti per lunghi periodi, se si è nell'aria o a terra, dice Rubin.
  • Se non ti senti bene, non salire sull'aereo. Quando il passeggero Rubin tentò di salvare l'aereo, sembrò un po 'scuro e respirava superficialmente, una hostess in seguito disse a Rubin. "Il passeggero potrebbe essere già in procinto di avere un infarto", dice Rubin. Se hai difficoltà a respirare o a mostrare altri sintomi sul terreno, come il dolore toracico, "è probabile che avrai problemi nell'aria", dice. Invece di marciare in aereo, reindirizzati a un medico o, in caso di sintomi di ictus, infarto o arresto cardiaco, chiamare il 911.

Rubin si sta allenando per diventare un esaminatore medico dell'aviazione, che è certificato dal La FAA ricertifica i piloti ogni anno o ogni due anni. Utilizzerà questa opportunità per raccogliere informazioni per i piloti sulle emergenze durante il volo e per incontrare qualcuno della FAA per esprimere le sue preoccupazioni e potenzialmente per cambiare le politiche in atto. Aggiornato: 3/5/2018

Lascia Il Tuo Commento