Maurice Cheeks


Rispettiamo la tua privacy. Maurice Le guance hanno giocato 15 stagioni nella NBA, ritirandosi nel 1993 come leader di ruba di tutti i tempi della lega e quinto nella lista degli assistenti di carriera.

Rispettiamo la tua privacy.

Maurice Le guance hanno giocato 15 stagioni nella NBA, ritirandosi nel 1993 come leader di ruba di tutti i tempi della lega e quinto nella lista degli assistenti di carriera. Ma per la fisicità rigorosa di tutti i basket professionali e l'usura intensa, nessun infortunio sportivo ha inflitto tanto dolore all'ex All-Star quanto a quello percepito nel febbraio 2008.

All'epoca, Cheeks era impegnato a guidare i Philadelphia 76ers. Mentre la squadra stava facendo una spinta di fine stagione nei Playoff, l'alluce del piede sinistro ha iniziato a provocargli dolore. Il dolore era così forte che lo costrinse a camminare ai margini di una serie di giochi cruciali indossando solo una scarpa.

Era affetto da un attacco acuto di gotta, un tipo di artrite. La gotta è causata da un accumulo di cristalli di urato di sodio nelle articolazioni che si verifica quando c'è un livello anormalmente alto di acido urico nel corpo. A lungo associato con lo stato e la ricchezza - la condizione era chiamata "la malattia dei re" - la gotta è in realtà il tipo più comune di artrite infiammatoria negli uomini sopra i 40 anni. Anche se colpisce in genere l'articolazione dell'alluce, la gotta può anche colpire il collo del piede, le caviglie, i talloni, le ginocchia, i polsi, le dita e i gomiti, causando dolore improvviso e acuto, tenerezza, arrossamento, rigidità e gonfiore. Il dolore può essere lancinante: su una scala da 1 a 10, con 10 è il più doloroso, la maggior parte dei pazienti di gotta giudica un attacco almeno di 9 - alla pari con il parto o una frattura ossea lunga. Spesso legato all'ipertensione e alle malattie cardiache, la gotta può essere gestita con aggiustamenti dietetici e di stile di vita e controllata con farmaci. Il monitoraggio e il trattamento riducono le possibilità di attacchi dolorosi e danni articolari a lungo termine.

Coach Cheeks si è seduto con Everyday Health per dissipare le percezioni errate sulla sua condizione e condividere le sue esperienze.

Salute quotidiana: quando hai mostrato i primi sintomi di gotta?

Maurice Cheeks: Cinque anni fa, quando stavo allenando a Portland, Oregon. [per i Trail Blazers]. Avevo 46 anni. Avevo comprato delle nuove scarpe da ginnastica e le stavo provando, e per coincidenza, il mio piede iniziò a farmi male. Ho incolpato le scarpe. Ma il dolore continuava a darmi fastidio. Inizialmente, non pensavo che qualcosa fosse sbagliato, ma il dolore persisteva. I miei attacchi iniziarono gradualmente, anche se non sapevo che fossero attacchi. Divennero severi di notte. Mi svegliavo dal dolore e pensavo di aver colpito il piede, ma sapevo anche di non averlo fatto. Mi sono consultato con l'istruttore e il medico della squadra, e entrambi mi hanno detto che non era la scarpa. Ho iniziato a vedere più medici. Un medico mi ha detto di immergere il piede in una vasca di acqua calda, che lo ha reso ancora peggiore. Poi mi è stata diagnosticata la gotta.

EverydayHealth: hai saputo qualcosa sulla gotta prima della tua diagnosi?

Maurice Cheeks: Non avevo mai sentito parlare di gotta, quindi non sapevo perché mi ero procurato esso. Nessuno nella mia famiglia ha avuto. Mi piacerebbe che qualcuno l'avesse [ottenuto], quindi lo avrei saputo. Ma ora so che un sacco di gente lo capisce.

EverydayHealth: Come sei stato trattato inizialmente?

Maurice Cheeks: Il dottore mi ha infilato un ago [un'iniezione di un farmaco per sopprimere l'infiammazione], che si prese cura di esso allora. Ma non ho seguito. Non ho fatto abbastanza ricerche dopo quel primo attacco.

EverydayHealth: E hai avuto più attacchi?

Maurice Cheeks: Quando ho lasciato Portland per Philadelphia, ho avuto un altro incontro, ma non era così severo come il primo. Ma all'inizio di quest'anno, ho avuto un altro attacco. Il gonfiore era così grave che non riuscivo a togliermi le scarpe, quindi stavo allenando da bordo campo indossando solo una scarpa. Ho fatto un bel programma, allenando le prossime cinque partite senza scarpe!

EverydayHealth: cosa hai detto ai tuoi giocatori che ti hanno chiesto di questo?

Maurice Cheeks: I giocatori pensavano che mi fossi ferito giocando e non ho avuto il tempo di spiegare la gotta a loro. Non conoscevano la gravità delle mie condizioni perché non le avevo mai raccontate.

EverydayHealth: hai affrontato errate percezioni da loro o dai giornalisti?

Maurice Cheeks: Mi è stato chiesto molto. C'è un aspetto umoristico per la gotta, e c'era il presupposto che l'avevo portato su di me. Un sacco di persone hanno riso, vedendomi in disparte senza la mia scarpa. Ma non è una questione da ridere. È un problema molto serio con effetti a lungo termine. Ed è molto, molto doloroso. Non riesco ad esprimere adeguatamente il dolore.

Salute quotidiana: come si confronta un attacco di gotta con un infortunio sportivo?

Maurice Cheeks: Non ho mai provato dolore come questo come atleta. All'università, ho giocato con una caviglia infortunata, dopo averla chiusa prima di andare a giocare. Quella è stata la mia peggiore ferita atletica che abbia mai avuto e [la gotta] è molto peggio.

Salute quotidiana: come gestisci la gotta adesso?

Maurice Cheeks: Ho apportato cambiamenti nella mia dieta per prevenire futuri attacchi. Ho tagliato la strada alla carne rossa. Ora che la mia gotta è una condizione in piena regola, c'è un'opportunità per un altro incontro, ma quando ciò accade, i medici possono aiutarmi con un anti-infiammatorio. Quando ottengo un attacco acuto, può durare da tre a cinque giorni prima di andare via, ma può tornare anche dopo alcuni anni tra un attacco e l'altro.

Salute quotidiana: prendi qualche medicinale per le tue condizioni?

Maurice Cheeks: Non sono ancora sull'allopurinolo [un farmaco orale che riduce la produzione di acido urico da parte del corpo]. Se si arriva a questo, inizierò a prenderlo.

Salute quotidiana: cosa stai facendo per aumentare la consapevolezza della gotta?

Maurice Cheeks: Ho stretto una partnership con la Gout & Uric Acid Education Society per educare il pubblico a questa condizione. Vogliamo che le persone sappiano che la gotta può essere gestita; non deve arrivare al punto in cui le articolazioni e i reni sono danneggiati a lungo termine. Se le persone conoscono i fattori di rischio e i fattori scatenanti - inclusi obesità, diabete, pressione alta e lesioni precedenti - e parlano ai loro medici dei dolori che stanno vivendo, possono prendere il controllo delle loro condizioni. Aggiornato: 1/1/2009

Lascia Il Tuo Commento