Attacco di gotta: il ruolo del caregiver


Rispettiamo la tua privacy. La gotta può essere sia acuta e la condizione cronica, quindi prendersi cura di una persona cara con questo problema può coinvolgere sia gli aiuti a breve che a lungo termine.

Rispettiamo la tua privacy.

La gotta può essere sia acuta e la condizione cronica, quindi prendersi cura di una persona cara con questo problema può coinvolgere sia gli aiuti a breve che a lungo termine.

Il primo passo è quello di ottenere un'istruzione, afferma Lawrence Brent, MD, capo della divisione di reumatologia presso Albert Einstein Centro medico a Philadelphia. Scopri i sintomi, i trigger di attacco di gotta, le fiammate e i farmaci. "È importante ottenere informazioni che entrambi possano comprendere", afferma Brent.

Prevenire attacchi di gotta: regolare dieta e alcol

Una persona in sovrappeso ha quattro volte più probabilità di avere un attacco di gotta rispetto a una persona normale peso, quindi seguire una dieta ipocalorica è essenziale. Ci sono anche alcuni alimenti, come alcune carni, che causano alti livelli di acido urico nel sangue che possono precipitare i sintomi della gotta e un attacco di gotta, qualunque sia il tuo peso.

"È fantastico se il tuo partner tiene d'occhio quello che mangi ", dice Chaim Putterman, MD, capo di reumatologia presso l'Albert Einstein College of Medicine di New York City. "È bello avere un pezzo di bistecca di tanto in tanto, ma lui o lei può suggerire, 'Perché non ne hai un po' oggi e un po 'domani?'"

Bere birra, specialmente più di quattro drink in uno notte, può portare ad un attacco di gotta pure. Sebbene possa essere un problema difficile da affrontare per un partner, il dott. Putterman dice che è necessario trovare un modo per dire al paziente: "Hai bevuto abbastanza per oggi".

Mike Jenkins ha imparato a bere una strada difficile. Jenkins, che ha 61 anni e direttore delle comunicazioni in un college nel Michigan, ha avuto il suo primo attacco di gotta all'età di 42 anni. "Mia moglie mi ha fatto capire cosa mi causa un attacco", ricorda Jenkins. "Ha semplicemente chiesto, 'Cosa hai mangiato e bevuto ieri?' Ho subito capito che entrambe le volte ho avuto un attacco severo, avevo mangiato un po 'di pizza con peperoni e forse salsiccia e avevo anche tre o quattro lattine di birra. "

Monitoraggio dei farmaci per la gotta

Spesso i badanti ricordano ai loro partner di continuare a prendere farmaci anche una volta che i sintomi si placano. Molte persone che assumono farmaci dimenticano di prenderle regolarmente o abbandonarle quando l'attacco di gotta acuta è finito. "Il coniuge [o il caregiver] dovrebbe sapere che la gotta è una malattia progressiva e distruttiva - e se non la tratti, le persone si ammalano abbastanza", dice il dottor Brent.

Un altro problema è che i pazienti spesso donano 't tenere i loro appuntamenti. "Devono presentarsi e essere monitorati", aggiunge Brent. Il caregiver, dice, può "assicurarsi che il suo partner segua effettivamente il protocollo di trattamento".

Gestione del dolore e dei sintomi della gotta

Uno dei ruoli più importanti di un caregiver è aiutare il paziente a sentirsi a proprio agio. "Quando arriva l'attacco di gotta, il paziente soffrirà molto", dice Putterman. "Il paziente avrà bisogno di aiuto per muoversi - avrà bisogno di molta assistenza".

Dirk Hudson, un pensionato di 68 anni in California, dice che quando ha un attacco "mia moglie, che è un'infermiera in pensione , mi fornisce pacchi freddi e indicazioni su come appoggiare il piede quando la caviglia è gonfia. "

Jeff Finkelstein, un imprenditore trentacinquenne di Boulder, Colo., dice che sua moglie è stata estremamente utile quando succede un attacco di gotta e aiuta a prevenire che uno accada in primo luogo. "Gli attacchi di gotta sembrano essere causati da stress estremo", dice Finkelstein. "Quando succede un attacco di gotta, mia moglie si assume le responsabilità, inclusa la guida e le attività in casa. Mi ha anche aiutato ad affrontare meglio alcuni degli stressanti della mia vita. "

La gestione della gotta potrebbe aver bisogno di un attacco su più fronti, compresa la modifica della dieta, il monitoraggio dei farmaci e la gestione del dolore. Essere un caregiver di supporto può aiutare la tua amata a controllare la gotta. Aggiornato: 26/03/2010

Lascia Il Tuo Commento